Vai al contenuto

MFW: Il punto di vista di un Buyer

Milano è diventata la Fashion Week per la donna più importante del mondo. Quella che a noi buyer offre le suggestioni più ampie e variegate su tutti gli aspetti che servono. Poche storie, è a Milano che un buyer riesce a costruirsi un’idea sullo scenario futuro di stili e prodotti da potere proporre poi ai propri clienti.

I top brand hanno sfilato con grandi eventi e grande proposte. Guccicon Alessandro Michele fedele a se stesso, è quello che ogni buyer vorrebbe in uno stilista: una tendenza che si fa certezza.

Fendi, Versace e Dolce&Gabbana le colonne di un impero che ha mostrato i suoi muscoli e la potenza delle fondamenta.

E poi Prada, una delle sfilate più sorprendenti, un colpo da maestra di Miuccia che ha risposto – senza esplicitarlo- a molte domande sospese sullo stato di salute della creatività italiana. La sua sfilata è quella di uno stilista che sente il polso del mondo e restituisce la sua (pre)visione. Ha scelto il fumetto, il genere narrativo a più spinto tasso di montaggio, un modo raffinato per dire che è il fruitore finale a dover riempire i vuoti

Altre sorprese di questa #MFW in gran forma è l’evoluzione che Milano e il mercato hanno imposto a brand come Roberto Cavalli, Jil Sander, e Tod’s, rivitalizzati e dinamizzati dai nuovi direttori creativi (molto bene Andrea Incontri per Tod’s).

Infine il paradiso del buyer: in un’unica MAXI settimana abbiamo avuto le fiere della pelle, e delle scarpe (theMicam e Mipel).  Finalmente!

E una grandissima offerta di prodotti e brand di specialisti e artigiani con le fiere del White e del Super.

Tra le scoperte fatte in questi giorni: Futuroremoto, la collezione di gioielli di Gianni De Benedittis.

LA LOCATION PIU’ SUGGESTIVA

Il Teatro Lirico scelto da Antonio Marras ha consentito per un giorno di sbirciare nel cantiere di quella che viene chiamata “La piccola Scala”. Tra ponteggi e assi di legno, Marras ha regalato uno spettacolo di circo delle passioni e una sfilata nella quale si facevano notare scarpe e giubbotti.

Teatro Lirico

TRA UNA SFILATA E L’ALTRA

Un tramezzino da Marchesi in corso Magenta e il drink a fine giornata da Ghe Sem in Via Vincenzo Monti.

www.pasticceriamarchesi.com
Via S. Maria alla Porta 11/a 20123 Milano (MI) Italia
Via Vincenzo Monti, 26, 20123 Milano MI

SCOPERTE

Il passaparola durante la fashion week è importantissimo ed è così che ho scoperto, grazie @SimoneMarchetti, due profili Instagram imperdibili @Sciuragram e @ecce____homo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: